fbpx

HEMS 2019: iSimulate all’interno di un elisoccorso

HEMS 2019 si è appena concluso, e anche quest’anno si è rinconfermato come un’ottima opportunità di incontro con molte realtà italiane dell’elisoccorso, ma non solo. È con piacere che vogliamo condividere insieme a voi alcuni dei migliori scatti dell’evento, tra cui un avanzato scenario di simulazione, che ha visto protagonista iSimulate REALITi360, il simulatore medico virtuale, direttamente all’interno di un elisoccorso. Tutti i prodotti della gamma iSimulate permettono infatti di ricreare scenari di simulazione direttamente in situ, e non soltanto nelle comode aule di avanzati centri di formazione medica o università. L’unico limite è definito dalla creatività dell’istruttore.

Hai già acquistato iSimulate? Raccontaci i tuoi scenari!

 

    

Come scegliere REALITi360 di iSimulate

iSimulate REALITi360 è la piattaforma tecnologica di simulazione medica virtuale attualmente più avanzata disponibile in commercio. Nella sua configurazione completa, REALITi360 sfrutta tutte le funzionalità di 4 tablet Apple iPad. In questo modo, studenti e formatori potranno controllare il Monitoraggio, Controllo Remoto, Refertazione e Video-Debriefing. Tutte le funzionalità, ovviamente sincronizzate tra loro, sono completamente gestibili in tempo reale dall’istruttore presente. La sua caratteristica principale è quella di poter replicare in ogni aspetto il display, e quindi tutte le funzionalità, dei principali monitor, defi-monitor e AED presenti in commercio. Ma oltre alla Licenza Software, la proposta di iSimulate si divide anche nella possibilità di PLUG & PLAY: ovvero una fornitura completa, comprendente hardware e software, in un’unica soluzione pronta all’uso.

 

Ma come scegliere la proposta commerciale, più adatta alla mia realtà formativa? 

Questa pratica Guida all’Acquisto che abbiamo preparato per voi, nasce proprio con lo scopo di rispondere a questa domanda. All’interno troverete tutte le caratteristiche dei diversi piani di abbonamento, sia dei Moduli Base che Addizionali.

 

5 Buoni motivi per scoprire VetRealLifeSim: il Dispositivo per Simulazione Veterinaria

VetReaLifeSim IV / Blood Draw Task-trainer è il primo Simulatore per Accesso Venoso, del suo genere, ad integrare pelle e vasi sanguigni simulati realistici, con la tecnologia del settore aerospaziale. Grazie infatti a questo dispositivo per Simulazione Veterinaria, sarà possibile praticare in modo sicuro, sia per l’allievo che per l’animale, l’accesso venoso e le abilità di interazione (sia uomo-animale su animali vivi che simulatori animali).

1) Pratica Realistica

Gli allievi traggono beneficio dai trainer VetReaLifeSim poiché possono “trattare” in modo sicuro animali vivi o porre i simulatori su manichini veterinari, praticando sia tecniche che abilità di interazione in qualsiasi ambiente, contribuendo agli scenari di addestramento più realistici possibili.

2) Competenza

Studenti e pazienti beneficiano di ripetute pratiche di sicurezza per aiutare a prevenire le complicazioni pericolose e preparare i fornitori con competenza e sicurezza, fornendo cure di pronto soccorso in luoghi potenzialmente pericolosi.

3) Fiducia 

Gli studenti hanno maggiori opportunità di autovalutazione e valutazione mentre lavorano insieme, praticando interazioni e posizionamento tra paziente e medico, promuovendo quindi un coinvolgimento attivo nel loro processo di apprendimento.

4) Valutazione dei risultati 

Gli studenti e gli istruttori possono rivedere e valutare il feedback delle prestazioni oggettive e soggettive in tempo reale con l’app della versione avanzata VetReaLifeSim e i sensori incorporati per registrare competenze pratiche e di comunicazione. 

5) Aumenta le possibilità di addestramento

Aggiungi funzionalità avanzate alle tue attrezzature di laboratorio esistenti con VetReaLifeSim! Potrai infatti utilizzarlo su simulatori animali a bassa e alta fedeltà, per migliorare il realismo! 

 

 

Ormai sono sempre più necessari interventi finalizzati al salvataggio dei nostri amici a quattro zampe. I Vigili del Fuoco, così come le squadre di soccorso,  si trovano ogni giorno a fronteggiare emergenze che vedono coinvolti animali di piccola o grande taglia, come succede a causa di abbandoni all’interno di abitazioni, auto e terrazze, oppure incendi ed alluvioni. Per questo motivo, stiamo allargando la selezione di prodotti destinata alla simulazione per addestramento veterinario. Attualmente, su www.sofrapa-store.it, potrete trovare anche i modelli:

  • Casper Dog: il manichino didattico per l’insegnamento della rianimazione cardiopolmonare sul cane più venduto al mondo
  • Ruth Lee Duty Range Dog: manichino da addestramento è ideale per simulazioni in spazi confinati, ricerca e soccorso in ambiente urbano, incidenti stradali, scenari con rischio biologico e chimico ed esercitazioni generiche
  • Manichino per addestramento BLS su cani Life/Form: manichino dalle sembianze di un cane, che consente a ogni studente di utilizzare un naso con valvola unidirezionale.

Per maggiori informazioni, visita la Sezione dedicata a VET ReaLifeSim sul nostro sito oppure contattaci a info@sofrapa.it

 

Quanto è importante il realismo nella simulazione medica?

La simulazione in ambito medico, cioè l’apprendimento di abilità tecniche e non tecniche in scenari simulati da parte dei professionisti sanitari, come abbiamo visto nel nostro precedente articolo di blog, è una realtà ormai consolidata anche nel nostro paese.

Ricordiamo di nuovo che:

[…] “simulazione in sanità” corrisponde all’utilizzo di un materiale (manichino o software procedurale) che in una realtà virtuale crea un paziente standardizzato per riprodurre situazioni e ambienti di cura allo scopo di insegnare procedure diagnostiche e terapeutiche, ripetere processi e concetti medici, assumere decisioni da parte di un professionista della sanità o di un team di professionisti.

La simulazione parte dal presupposto che serve ad apportare un miglioramento della sicurezza in una attività che comporta un livello variabile, ma a volte elevato di rischio. La simulazione viene considerata uno strumento pedagogico in grado di affrontare nella sua globalità tutti i campi dell’insegnamento in medicina, compreso quello dell’economia sanitaria.” (nota 1)

Affinché la simulazione sia realmente efficace, è molto importante che garantisca un alto livello di realismo nello scenario e che sia strutturata in modo da suscitare le stesse emozioni che un sanitario può provare di fronte a una paziente vero.

I manichini ad alta fedeltà

Il realismo nella simulazione medica è un valore aggiunto per la formazione, laddove negli addestramenti del BLSD dei non sanitari, un’eccessiva verosimiglianza del manichino al soggetto colpito da arresto cardiaco può spesso rappresentare un vero e proprio ostacolo all’apprendimento dell’aspirante operatore del soccorso. (Molte persone, infatti, si “impressionano” anche di fronte al manichino meno verosimile in assoluto.)

Molti manichini usati nella simulazione medica sono ad alta fedeltà, cioè replicano con estrema precisione le funzioni di un paziente. L’alta fedeltà dei manichini può avere aspetti positivi e negativi rispetto alla verosimiglianza dello scenario. Gli aspetti positivi risiedono nel fatto che modelli come, per esempio, adulto per corsi Trauma Simulaids o paziente adulto auscultabile Life/Form, possano simulare in maniera realistica funzioni importanti quali restringimento delle pupille, lacrimazione, fuoriuscita di liquidi, rumori polmonari e cardiaci, ecc.

L’aspetto negativo dell’alta fedeltà risiede nel costo elevato e nella loro elaborata componente elettronica:

“In simulazione medica la fedeltà è una “proprietà” degli elementi della simulazione ma spesso diventa sinonimo di “elettronico” o “robotico”,

“In simulazione medica la fedeltà è una “proprietà” degli elementi della simulazione ma spesso diventa sinonimo di “elettronico” o “robotico”, una aspetto che non giova di certo allo scenario.” (nota 2)

Chiarito questo, possiamo affermare che l’alta fedeltà degli strumenti non è l’unico né fondamentale elemento di una simulazione medica realistica ed efficace.

Da cosa è composto l’effetto realistico di una simulazione

L’effetto realistico complessivo di uno scenario di simulazione, infatti, è riconducibile a tre aspetti:

  • aspetto fisico, legato alla fattura dello strumento di simulazione;
  • aspetto concettuale legato alla “parte” che viene assegnata a un manichino in un particolare scenario;
  • aspetto esperenziale, legato all’emozione che il manichino può suscitare in uno scenario che somiglia a una nostra esperienza vissuta (per es. un incidente stradale).

Non da ultimo, occorre sottolineare che il realismo di uno scenario non dipende solo dai simulatori ma anche dai partecipanti stessi perché il realismo è soprattutto una percezione.

Secondo la SSH – Society for Simulation in Healthcare, infatti, il coinvolgimento dei partecipanti in una simulazione è dato da un insieme di fattori tra cui:

  • la fedeltà (modulabile),
  • il realismo, proprietà percettiva del partecipante (non modificabile da istruttore/facilitatore),
  • il patto di finzione che occorre sempre stabilire con i partecipanti prima dell’inizio di ogni simulazione.

Il patto di finzione si rifà alle regole di improvvisazione del teatro declinando sin dall’inizio i ruoli di ognuno, lo scenario e l’obiettivo della simulazione.

Quindi, al fine di ottenere un coinvolgimento educazionale, occorre necessariamente saper dosare i 3 ingredienti: fedeltà, realismo e patto di finzione.

(nota 3)

E allora, i manichini iperrealistici di ultima generazione?

Pur condividendo l’analisi della SSH, possiamo comunque affermare senza ombra di dubbio, che l’utilizzo di manichini iperrealistici di ultima generazione contribuisca in maniera determinante al coinvolgimento emotivo dei sanitari. Questi modelli sono privi di componenti elettroniche, quindi privi di quell’apparenza robotica tipica di tutti gli altri manichini ad alta fedeltà e soprattutto riproducono l’aspetto umano fin nei minimi particolari. Il realismo di manichini come i Lifecastinfatti, incoraggia una gestione più naturale del paziente, portando la formazione medica a un livello più alto di consapevolezza.  L’assenza (voluta) di software/elettronica dei manichini può essere compensata agevolmente affiancando a questi modelli, delle piattaforme avanzate di Simulazione Medica Virtuale, come i prodotti iSimulate, per esempio, che sfruttano tecnologie moderne come tablet e schermi per offrire funzioni di Monitoraggio, Controllo Remoto, Refertazione e Video-Debriefing sincronizzate tra loro e totalmente gestibili in tempo reale dall’istruttore, riproducendo fedelmente in ogni minimo dettaglio il display e le funzionalità dei principali monitor, defi-monitor e AED, solo per fare un esempio.

Paziente Simulato e Simulatori applicabili su volontari

Un’altra opzione per ottenere una simulazione al contempo realistica e sicura per il paziente, è quella di utilizzare simulatori applicabili su volontari o pazienti simulati. (nota 4)

“La metodica del Paziente Simulato consente di riprodurre in aula una consultazione medico-paziente tipica della pratica della medicina generale. Il ruolo del paziente viene svolto da un laico (il simulatore) istruito a recitare un canovaccio basato su casi reali opportunamente modificati per salvaguardare la privacy dei pazienti. […] Alla consultazione seguono le opinioni dei protagonisti (medico-discente e simulatore) sulla consultazione appena svolta in merito ai contenuti, sia dal punto di vista clinico che relazionale. Si apre quindi la discussione in plenaria guidata dai conduttori, che consente di far emergere non solo aspetti clinici, relazionali e gestionali ma anche elementi emotivi, oggetto di discussione e apprendimento.” (nota 5)

Prendendo spunto da questo tipo di simulazione, si sono diffusi numerosi strumenti quali, per esempio, cuscinetti applicabili su gambe/braccia di volontari (solo su adulti) per esercitarsi a praticare le tecniche di quale l’accesso venoso per infusioni e prelievi e simulatori di stetoscopi che, collegati a una app e poggiati sul corpo di una persona, consentono di auscultarne i siti al pari di una situazione reale.

Il punto di forza di questo tipo di simulazione consiste nell’esercitarsi in maniera realistica sotto pressione causata dal fatto di provare su persone vere in situazioni impegnative dal punto di vista clinico.

L’obiettivo principale di questo tipo di simulazione è l’acquisizione da parte dell’operatore sanitario di sicurezza in se stesso, competenza clinica, migliore assistenza, e la garanzia di rapportarsi con i pazienti con empatia e in sicurezza.

 

Perché è dunque importante una simulazione medica realistica?

Perché oltre a ciò che si apprende su libri di testo, nelle aule o nei laboratori (conoscenze fondamentali e giusta prassi), la pratica in un ambiente realistico porta all’eccellenza. I manichini iperrealistici privi di elettronica e i simulatori indossabiliconsentono di porre l’accento sull’importanza del fattore umano quando si opera sotto pressione, replicando la realtà nell’addestramento delle abilità cliniche. Gli studenti, mentre esercitano le proprie abilità pratiche e le competenze cliniche, lavorano su manichini che sembrano persone vere o sulle persone stesse e quindi devono interagire con esse come farebbero in una situazione reale, a giovamento della capacità di comunicazione, della sicurezza ed empatia, aspetti che contribuiscono a ridurre gli errori medici evitabili, accorciare i tempi del trattamento e ridurre al minimo i contrattempi legati al fattore umano.

Al fine di rendere possibile tutto ciò bisogna fare in modo che la formazione sia di elevata qualità, così da rendere il training, efficace nell’imprimere nei discenti anche le abilità non tecniche, concetti portanti del soccorso, quali la gestione dell’emotività, il rapporto medico/paziente e soccorritore/infortunato, l’organizzazione dei compiti, il lavoro di gruppo, l’assunzione delle decisioni e la leadership.

  1. http://www.simmed.it/wp-content/uploads/2014/04/executive_summary_IT.pdf
  2. http://www.simulazionemedica.com/fedelta-realismo-coinvolgimento-nella-simulazione/
  3. http://www.simulazionemedica.com/fedelta-realismo-coinvolgimento-nella-simulazione/
  4. https://www.slideshare.net/csermeg/il-paziente-simulato-presentazione-ed-esemplificazione-del-metodo-norma-sartori-fabrizio-valcanover
  5. http://www.ricercaepratica.it/r.php?v=2736&a=27899&l=331704&f=allegati/02736_2017_04/fulltext/174-177_Update.pdf

La simulazione medica, nuove tecnologie al servizio della formazione dei sanitari

CHE COS’È LA SIMULAZIONE MEDICA?

Nel panorama della formazione sanitaria, la simulazione medica è ormai riconosciuta come uno strumento didattico prioritario. La simulazione medica nasce negli Anni Trenta come tentativo di ridurre gli incidenti in ambito anestesiologico, si sviluppa negli Anni Ottanta e si perfeziona negli Anni Novanta, grazie allo sviluppo informatico-tecnologico e all’arrivo dei primi simulatori ad alta fedeltà.

La simulazione medica è una realtà consolidata e organizzata negli Stati Uniti e in Europa ed è in rapida diffusione anche in Italia, dove sono sempre più numerosi gli enti pubblici e privati che la impiegano come metodo di formazione del personale sanitario. 1

Riprendendo le parole del Dott. David Gaba, pioniere della simulazione come strumento didattico:

La simulazione è una tecnica – non una tecnologia – per sostituire o amplificare esperienze reali con esperienze guidate che evocano o replicano gli aspetti sostanziali del mondo reale in maniera completamente interattiva.” 2

La simulazione consiste nell’apprendimento sia delle abilità strettamente tecniche attraverso l’uso di manichini e skill trainers, sia di quelle non tecniche come le capacità decisionali e il lavoro di squadra. È necessaria per ridurre gli errori, migliorare la qualità dell’assistenza ai pazienti e aumentare le abilità dei sanitari nel passaggio dall’apprendimento teorico a quello pratico. La crescente attenzione alla sicurezza del paziente ha dimostrato, infatti, che il 70% degli errori è imputabile al “fattore umano”, fenomeno universalmente riconosciuto nell’assistenza sanitaria.

Oggi anche la simulazione beneficia del progresso tecnologico e i formatori possono ormai usufruire di manichini di altissima qualità gestiti da software in grado di replicare i segni fisiologici e patologici e rispondere ai trattamenti. Tramite tali simulatori avanzati si possono controllare e creare scenari e ottenere feedback sulla performance degli allievi, a vantaggio di una preparazione solida sia del singolo professionista sia dell’équipe multi-professionale. 3 Infatti, grazie all’elevato realismo dello scenario, i professionisti possono sentirsi “immersi” in una vera condizione clinica che ne potenzia l’apprendimento.

“[…] gli “Human Fidelity Patient Simulator”, sono (NdR) manichini che offrono elevati livelli di verosimiglianza al paziente ed in grado di riprodurre quadri clinici fisiologici e patologici utili nella formazione dei professionisti della salute, senza ricorrere all’utilizzo di attori in carne ed ossa (Sample patient).

 

Infatti, oltre ai comuni manichini meccanici (detti “simulatori a bassa fedeltà”), ampiamente diffusi e utilizzati per le esercitazioni nell’acquisizione di abilità tecniche o algoritmi standardizzati di comportamento, oggi sono disponibili manichini computerizzati (simulatori ad alta fedeltà), in grado di fornire in tempo reale parametri fisiologici, patologici e farmacologici in differenti contesti clinici.

Aziende leader nel settore della simulazione in ambito sanitario hanno, infatti, sviluppato manichini tecnologicamente evoluti (High Fidelity Patient Simulator), che consentono la simulazione di scenari clinici – da semplici a molto complessi, grazie ai quali i discenti esercitano abilità tecniche, ragionamento clinico, pensiero critico, presa di decisione ed abilità nell’interazione di équipe.

In effetti, i simulatori di ultima generazione offrono infinite possibilità di simulazione clinica, ma soprattutto offrono l’opportunità di effettuare simulazioni in équipe multiprofessionali e di agire in un ambiente sicuro per il paziente e per l’operatore stesso, che apprende come gestire la situazione clinica quanto le emozioni che colorano l’esperienza sul campo.” 4

LA SIMULAZIONE MEDICA IN ITALIA

Nel nostro paese, un numero sempre maggiore di centri di formazione per sanitari si avvale di simulatori didattici avanzati.

Una realtà consolidata nella formazione del Primo Soccorso, come l’Italian Resuscitation Council – IRC, propone diversi corsi avanzati per sanitari, come:

  • Advanced Life Support – ALS
  • Newborn Life Support – NLS
  • PreHospital Trauma Care – PTC
  • Paediatric PreHospital Trauma Care – PTC Ped
  • Medical Emergency Team – Alert METal
  • Immediate Life Support – ILS
  • European Paediatric Immediate Life Support – EPILS
  • European Paediatric Life Support – EPLS

L’IRC conta più di 350 centri di formazione presenti su tutto il territorio italiano, con 150.000 operatori di varie discipline che rilasciano diplomi riconosciuti in Europa.

IRC ha patrocinato la SIMCUP 2018, la più grande kermesse accademica in ambito di simulazione medica multidisciplinarein Italia in cui i medici devono dimostrare di conoscere i protocolli di emergenza internazionali, muovendosi in un circuito costituito da diverse stazioni di simulazione e devono altresì saper risolvere situazioni impreviste lavorando in team anche al di fuori del contesto clinico. Nelle stazioni di simulazione si alternano manichini di base e avanzati, simulatori di parti anatomiche e simulatori computerizzati di realtà virtuale, hanno luogo seminari e workshop tenuti da docenti e istruttori con esperienza internazionale, in area critica e simulazione.

 

Oltre alle Linee Guida IRC, anche le Linee Guida di American Heart Association – AHA sono seguite molto dalle agenzie didattiche italiane, non solo per i corsi di BLSD ma anche nel soccorso avanzato. I numerosi ITC di American Heart Association in Italia, infatti, tengono corsi di:

  • Advanced Cardiovascular Life Support – ACLS, destinato agli operatori sanitari che coordinano o partecipano alla gestione dell’arresto cardiopolmonare o di altre emergenze cardiovascolari. Rivolto al personale del sistema di risposta all’emergenza, di medicina d’urgenza e di terapia intensiva quali medici, infermieri e operatori non medici.
  • ACLS OE – Advanced Cardiovascular Life Support per operatori esperti, è progettato per migliorare gli esiti delle emergenze cardiovascolari, respiratorie, metaboliche, tossicologiche complesse e di altro tipo. È un ampliamento del corso ACLS ed è molto utile per incoraggiare il pensiero critico e le strategie con cui vengono prese le decisioni.
  • Paediatric Advanced Life Support – PALS. Una serie di emergenze pediatriche simulate aiuta a insegnare un approccio sistematico alla valutazione, al supporto vitale di base, agli algoritmi per il trattamento, alla rianimazione efficace e alle dinamiche di team in ambito pediatrico.

Nel nostro paese, i corsi più richiesti sono Advanced Cardiovascular Life Support – ACLS, Paediatric Advanced Life Support -PALS, Gestione delle Vie Aeree, International Trauma Life Support, ITLS, Pre-hospital Trauma Care PTC e i corsi di formazione per ostetriche.

In virtù della domanda in costante crescita di questo tipo di formazione, stiamo assistendo al fiorire di veri e propri centri di simulazione specializzati e completi di simulatori di ultima generazione.

C’è una grande diffusione di laboratori di simulazione nei campus universitari, come per esempio, il laboratorio del Campus di Faenza del CDL in Infermieristica di Bologna, operativo dal 2011, completo di manichini, simulatori, strumenti e presidinormalmente in uso nelle realtà operative di tirocinio o la sezione didattica di Garbagnate Milanese del CDL in Infermieristica dell’Università di Milano che ha anche pubblicato un testo su La Simulazione nell’Infermieristica.

Altre realtà all’avanguardia nel nostro paese sono:

  • USL di Prato che utilizza la situ simulation in cui tutte le apparecchiature sanitarie, i carrelli, gli ambienti sono reali… tranne il paziente.
  • Scuola di Sanità Militare e Veterinaria dell’Esercito Italiano di Roma che forma tutto il personale sanitario militare in simulazione.
  • Centro di Simulazione MedSim dell’Università Cattolica del Sacro Cuore Policlinico Gemelli, che realizza corsi con simulatori avanzati di paziente adulto e pediatrico, con valutazione delle abilità tecniche e del lavoro di gruppo, in particolare durante le emergenze.
  • Il centro di Simulazione “Renato Fiandaca” dell’Istituto Mediterraneo per i Trapianti e Terapie ad Alta Specializzazione (ISMETT), che forma tutto il personale sanitario all’uso delle nuove apparecchiature sanitarie prima di utilizzarle direttamente su pazienti reali.
  • La Scuola Europea di Anestesia Ostetrica Esooa, con sede a Roma, è la prima scuola di anestesia Ostetrica d’Europa, possiede un centro di simulazione materno-neonatale d’avanguardia ed eroga più di dieci tipi di corsi, avvalendosi di simulatori in grado di soddisfare ogni esigenza specialistica nel settore materno-infantile (addestramento di ginecologi, anestesisti neonatologi, ostetriche e infermieri).

PRINCIPALI MANICHINI E SIMULATORI PER LA SIMULAZIONE MEDICA

La domanda crescente di manichini e simulatori avanzati da parte dei vari centri di formazione ha stimolato molto l’offerta di produttori che hanno cominciato a integrare la propria gamma con numerosi strumenti per la didattica avanzata dei sanitari.

Nasco, fornitore statunitense d’eccellenza per la simulazione base e avanzata, propone centinaia di articoli dedicati alla gestione avanzata delle emergenze, trattando marchi storici come Simulaids e Life Form, che realizzano manichini in grado di simulare le più svariate caratteristiche fisiologiche e patologiche degli esseri umani.

ADVANCED LIFE SUPPORT/ADVANCED CARDIOVASCULAR LIFE SUPPORT

Il manichino adulto busto intero Simulaids Smart Stat, per esempio, è uno dei modelli più completi per i corsi avanzati. Smart Stat ha due versioni, entrambe corredate da iPad:

Lo Smart Stat Basic con iPad, realizzato appositamente per corsi ALS/ACLS, è gestibile tramite le applicazioni su iPad in dotazione, presenta un altissimo numero di caratteristiche (respirazione spontanea, pressione sanguigna, pulsazioni carotidee e femorali, suoni cardiaci e polmonari ecc.) e permette la simulazione di varie procedure quali: interpretazione dell’ECG, defibrillazione, cardioversione, cateterizzazione e infusione, trattamento dello pneumotorace tensivo, inserimento del tubo toracico con drenaggio simulato e gestione delle vie aeree avanzata e difficoltosa. La sua testa consente la gestione delle vie aeree, presenta lingua edematosa, laringospasmo, cricotiroidotomia, denti fratturabili ed è compatibile con tubo laringeo, tubo endotracheale, maschera laringea e Combitube®. È dotato di braccio per la misurazione della pressione arteriosa e numerose parti di ricambio.

 

 

 

Lo Smart Stat Complete con iPad integra le caratteristiche del modello basic con caratteristiche che lo rendono il manichino più completo per ALS/ACLS e PTC: braccia e gambe con traumiintercambiabili, una testa con Sistema Nervoso Centrale(pupille reattive,lacrime,muco voce pre-registrata,labbra e unghie cianotiche),denti frantumabili,braccia con accessi venosi e pressione sanguigna,accesso intraosseo nel manubrio dello sterno,suoni addominali,respirazione spontanea(regolabile tramite software), testa intubabile,monitoraggio a 5 derivazioni,defibrillazione,genitali intercambiabili e catetere di Foley.

Grazie al software scaricabile su iPad®, si possono impostare i parametri di entrambi i modelli per personalizzare gli scenari, monitorare la performance degli allievie scaricare i report.

Un altro manichino d’eccellenza per i corsi ALS/ACLS è rappresentato dal manichino adulto Life/Form® CRiSisTM  Adult Complete, un sistema completo per la rianimazione che comprende: testa intubabile, braccio per rilevazione della pressione sanguigna, torace defibrillabile, braccio con accesso venoso, RCP. Il dispositivo compatibile per la gestione delle vie aeree include inserimento di tubo endotracheale, otturatore esofageo, lume faringo-tracheale, maschera laringea, tubo gastrico esofageo, Combitube® e King System.

PAEDIATRIC ADVANCED LIFE SUPPORT e NEONATAL RESUSCITATION PROGRAM

I manichini per la simulazione avanzata comprendono anche modelli pediatrici tra cui spiccano per verosimiglianza e completezza di caratteristiche, il Simulaids Stat Baby e il Life/Form CHARLIE.

 

 

 

Sviluppato con un team di pediatri, il manichino lattante di 9 mesi Simulaids Stat Baby, è assolutamente perfetto per i corsi PALS, grazie alle sue numerose caratteristiche:

  • Gamba con accesso intraosseo;
  • Siti periferici per accesso venoso su mano e piede;
  • Siti per iniezioni intramuscolari e sottocutanee;
  • Linea per PICC;
  • Lingua edematosa e laringospasmo;
  • Inserimento del tubo endotracheale e della maschera laringea;
  • Posizionamento del sondino naso-gastrico con serbatoio per i fluidi;
  • Medicazione rettale;
  • 6 punti di pulsazione;
  • Defibrillazione;
  • Inserimento del catetere di Foley (femminile);
  • Pneumotorace.
  • È inoltre fornito di numerosi accessori.

CHARLIE è il manichino neonato, usato per PALS e NRP Neonatal Resuscitation Program – Rianimazione Neonatale Avanzata.

 

Con CHARLIE è possibile:

  • Erogare la scarica del defibrillatore attraverso il manichino o il simulatore ECG;
  • Connettere il defibrillatore/pacer esterno al simulatore utilizzando gli adattatori;
  • Praticare defibrillazione e pacing direttamente nel simulatore ECG e monitorare i ritmi attraverso il connettore delle piastre, grazie a un circuito elettrico incorporato;
  • Utilizzare la funzione di conversione;
  • Selezionare un altro ritmo subito dopo la scarica del defibrillatore;
  • Eseguire la cardioversione con qualsiasi defibrillatore;
  • Visualizzare 6 forme d’onda; simulare 17 ritmi di adulto e pediatrici;
  • Gestire le vie aeree (respirazione, ventilazione e intubazione);
  • Inserire tubo toracico;
  • Praticare RCP;
  • Simulare ECG;
  • Utilizzare il tubo gastrointestinale;
  • Cambiare i genitali;
  • Praticare l’infusione intraossea e l’accesso intravenoso su mano e piede;
  • Rilevare le pulsazioni palpabili in 7 siti;
  • Praticare l’accesso venoso e arterioso su ombelico sporgente;
  • Utilizzare il Catetere Venoso Centrale a Inserzione Periferica (PICC) sul braccio;
  • Praticare il cateterismo urinario.

SKILL TRAINERS

È possibile trovare manichini/simulatori che consentano la pratica anche su tecniche e abilità particolari. È il caso del Manichino per blocco anestetico del nervo e terapia antalgica, che rappresenta un valido supporto per insegnare e addestrarsi all’inserzione eco-guidata dell’ago nei blocchi anestetici dei nervi, del Simulatore didattico per l’accesso vascolare eco-guidato e del torso Chester Chest per esercitarsi nell’esecuzione di Catetere Venoso Centrale, Port-a-Cath e Catetere centrale in zona periferica.

 

 

 

Da poco sul mercato italiano ma già molto richiesti, i simulatori dell’azienda coreana BT Inc, dedicati soprattutto alla simulazione infermieristica, si distinguono per realismo e semplicità di montaggio e utilizzo: il braccio adulto per endovenosa (nelle due versioni con accesso sulla faccia volare e sulla faccia dorsale dell’avambraccio), le braccia pediatriche per endovenosa, il braccio per la rilevazione della pressione arteriosa,i modelli per iniezioni intramuscolari, i torsi inferiori per la cateterizzazione maschile e femminile e per la somministrazione di clisteri. Questi simulatori hanno il tablet incluso per monitoraggio e feedback della performance in tempo reale.

Il simulatore BT Inc più innovativo è il Manichino mezzobusto per la gestione delle vie aeree con Feedback e tablet inclusi, specifico per la gestione delle vie aeree, dotato di sistema di Feedback della performance attendibile e in tempo reale. Il software installato nel tablet in dotazione, consente, infatti, di controllare e valutare le principali manovre di intubazionecontubo endotracheale, maschera laringea (LMA/i-gel), Combitube® e laringoscopio. Il manichino prevede l’estensione della testa, il sollevamento del mento, la posizione di sniffing, la dislocazione della mandibola, l’intubazione nasale e orale e il sollevamento del torace e persino un allarme sonoro nel caso di manovre errate.

Altri simulatori di elevata qualità sono prodotti dall’azienda I-Simulate, quali per esempio:

  • REALITi, il simulatore avanzato per il monitoraggio dei parametri e la defibrillazione dei pazienti, riproduzione realistica di monitor/defibrillatore, con videocamera integrata per la messa in onda di video in streaming, con cui è possibile creare numerosi scenari, schede-paziente elettroniche, la Checklist per la valutazione degli allievi e report sulle sessioni di addestramento.
  • AURiS, uno stetoscopio da addestramento semplice e versatile, utilizzabile su manichini e pazienti standardizzati. Si può impostare da remoto tramite la sua app su tablet, può creare scenari, aggiungere suoni e regolare il volume in maniera realistica.

 

 

 

Anche per la simulazione della gestione dei traumi è possibile trovare una vasta gamma di prodotti per la immobilizzazione del paziente, dalla cintura a ragno per tavola spinale, al fermacapo per tavola spinale, alle steccobende gonfiabili, ai collari cervicali commercializzati dal fornitore leader in Italia di arredi ospedalieri, articoli medicali ed elettromedicali Fazzini.

PREHOSPITAL TRAUMA CARE

Per quanto riguarda i manichini per Trauma, di notevole realismo e ricchezza di caratteristiche, il Kit Trauma Simulaidscompatibile con i manichini Rescue Randy, con sistema di sanguinamento che permette di esercitarsi per ore e consente cambi rapidi nella presentazione di casi diversi agli allievi dei corsi. Il suo realistico sistema di ferite simulate è realizzato per un uso semplice e per la rapidissima successione dei vari scenari. È possibile utilizzare i vari componenti di moulage sia con l’opzione “sanguinamento” sia con quella “senza sanguinamento”. Il sistema completo di upgrade prevede la possibilità di agganciare i modelli opzionali di moulage braccio, gamba e testa.

Per la gestione dei traumi in età pediatrica, il Manichino pediatrico avanzato PTC dalle sembianze di un bambino di 5 anni, è l’ideale durante i percorsi di formazione, ricchissimo di caratteristiche anatomiche quali, aspetto realistico, articolazioni mobili, testa e mandibola completamente articolabili, torace espandibile; polsi femorale, carotideo e brachiale, siti per accesso venoso, iniezioni intramuscolari e sottocutanee e infusioni intraossee. Sul modello si possono praticare la Rianimazione Cardiopolmonare (RCP) e l’intubazione nasale.

 

 

CONCLUSIONI

Negli ultimi anni, l’utilizzo della simulazione medica nei corsi rivolti al personale sanitario ha comportato un perfezionamento e un consolidamento delle abilità tecniche e non tecniche di medici, infermieri e delle altre figure professionali sanitarie, una diminuzione della percentuale di errori umani e l’aumento della sicurezza dei pazienti, in particolar modo nell’area dell’Emergenza-Urgenza.

I centri di formazione pubblici e privati e i laboratori dei campus universitari possono a oggi contare su manichini e skill trainers d’eccellenza per lo svolgimento della maggior parte dei corsi di formazione sanitaria. Si tratta indubbiamente di un nuovo modo di fare training che incrementa vari aspetti: le abilità e competenze tecniche, il coordinamento e l’affiatamento tra i membri delle equipe e soprattutto, la sicurezza dei pazienti.

Il mercato degli strumenti didattici risponde e stimola allo stesso tempo la domanda. SoFraPa, rivolgendo un’attenzione costante alle evoluzioni della didattica medica, è in prima linea nel proporre le soluzioni più aggiornate e di qualità per i vostri corsi formativi.

Rimanete sintonizzati, le novità per il 2019 sono tantissime!

FONTI

NOTE

  1. http://www.simulazionemedica.com/simulazione-medica/
  2. https://www.infermieriattivi.it/tecniche-e-tecnologie/tecnologie-infermieristiche/2443-esiste-un-ruolo-per-la-simulazione-infermieristica-in-italia.html
  3. https://www.nurse24.it/infermiere/formazione/infermiere-simulazione-formazione.html
  4. http://www.fnopi.it/ecm/rivista-linfermiere/rivista-linfermiere-page-31-articolo-369.htm

Specialisti nella fornitura di Simulatori Medici, Manichini RCP e Materiale Didattico per la Formazione al Primo Soccorso, alla Gestione dell’Emergenza Medica e al Salvataggio.

Entra a far parte della #CommunitydiSoFraPa !

Headquarters:

Sofrapa Healthcare di Paolo Innocenti
Via Panciatichi, 106
50127 Firenze (FI)

  055 0982192
  055 7472669
  info@sofrapa.it

  Lunedì – Venerdì: 9:00 – 18:00
Sabato e Domenica: Chiusi