fbpx

Spesso vediamo che i team di soccorso impiegano persone per interpretare il ruolo di vittime, pazienti o infortunati negli scenari di addestramento al salvataggio. Questa pratica, molto diffusa, può essere, al contempo, molto rischiosa per le persone coinvolte in simulazioni pericolose e poco efficace. Ruth Lee Ltd ha elaborato i 7 motivi per cui usare i manichini da salvataggio Ruth Lee specifici anziché esseri umani.

1. I manichini Ruth Lee riducono i rischi

manichini da addestramento al salvataggio Ruth LeeSe vi state addestrando per salvare vite, non potete rischiare la vita di un volontario per prepararvi in modo efficace ad affrontare le emergenze reali.

Infatti, non è assolutamente una procedura sicura collocare un volontario in attesa dei soccorsi sul versante di una montagna, farlo nascondere sotto le macerie o permanere in acque aperte per periodi prolungati di tempo. Un manichino, invece, può essere collocato in situ molte ore prima che l’addestramento abbia inizio e… non si lamenterà mai di avere freddo, provare dolore o essere stanco! L’impiego di manichini permette alle squadra di allestire esercitazioni complesse in ambienti pericolosi con un rischio molto minore di far male a se stessi o agli altri.

2. L’apprendimento di nuove abilità può causare incidenti

Quando si imparano nuove abilità è sempre meglio utilizzare un manichino per minimizzare il rischio di commettere errori con conseguenti lesioni. È facile sbagliare durante l’apprendimento: lasciate che sia un manichino a subire le conseguenze di questi errori.

L’addestramento con il manichino Ruth Lee Working at Height  è l’esempio perfetto di uno scenario in cui non si dovrebbe rischiare una vita umana. Le lesioni dovute alla sospensione (leggi l’articolo sul Primo Soccorso negli infortuni in quota) possono sopraggiungere in meno di due minuti e in cinque minuti si può perdere conoscenza. Non bisogna lasciare una persona appesa dentro a un’imbracatura in attesa di essere salvata durante l’addestramento.

3. I manichini da salvataggio Ruth Lee sono più realistici delle persone

manichini da addestramento al salvataggio Ruth LeeLe persone reali non sempre riescono a svolgere il ruolo di infortunato in modo realistico! Anche quando fingerà di essere privo di coscienza, infatti, un volontario attiverà sempre delle reazioni involontarie di autoprotezione, trattenendo il respiro per mantenersi a galla, per esempio, o muovendo le gambe per prevenire urti.

4. I manichini Ruth Lee sono disponibili in tutte le taglie!

I manichini Ruth Lee esistono di tutte le tipologie e misure, dal neonato di 5 kg al paziente bariatrico di 260 kg. Sono realizzati per rappresentare in maniera accurata una persona infortunata e priva di coscienza, con le corrette proporzioni e la distribuzione del peso di un essere umano. Queste caratteristiche permettono agli istruttori di allestire scenari complessi e difficili per testare davvero le abilità delle proprie squadre.

5. I manichini sanno gestire i momenti difficili!

Le persone si fanno male e possono “rompersi”! Viceversa, vi farà piacere sapere che Ruth Lee utilizza le migliori tecniche di manifattura e i materiali più robusti disponibili per realizzare i propri manichini. La maggior parte di essi sono costruiti con lo stesso poliestere con ritardante di fiamma usato per i giubbotti anti-proiettile e anti-taglio delle forze dell’ordine. A differenza dei manichini in plastica rigida, i Ruth Lee sono talmente robusti da poter essere gettati dal secondo piano, investiti da un autobus e sepolti sotto le macerie senza riportare danni. Ruth Lee mira sempre a realizzare i manichini sempre più robusti per affrontare gli addestramenti più rigorosi.

6. I manichini Ruth Lee sono realizzati insieme a esperti

Molti manichini della gamma Ruth Lee sono stati sviluppati sulla base di necessità addestrative specifiche e per scenari particolari (come per esempio il soccorso di un paziente bariatrico o in montagna o in acqua). La volontà di fornire i migliori prodotti per l’addestramento al salvataggio ha portato Ruth Lee a lavorare fianco a fianco con organizzazioni esperte quali Royal Lifesaving Society, Surf Lifesaving, RNLI, The Royal Navy e molti altri specialisti del salvataggio per garantire il corretto funzionamento dei manichini.

7. I manichini Ruth Lee sono utilizzati dai migliori

I manichini Ruth Lee sono utilizzati in tutto il mondo in più di 50 paesi attraverso una rete di distributori tra cui SoFraPa per il mercato italiano. I clienti spaziano dalle piccole organizzazioni di addestramento al salvataggio alle grandi organizzazioni multinazionali, quali BBC, Exon Mobil, Glaxo Smith Kline (GSK), Airbus, Shell, E.On, Siemens, Rolls Royce, Star Cruises e molte altre. Clienti in tutto il mondo sono i Vigili del Fuoco, i Servizi di Emergenza sanitaria, ospedali, case di cura, catene alberghiere, compagnie aeree e navali, ditte di costruzioni e forze armate.

Adesso non ti resta scoprire tutta la gamma Ruth Lee nella sezione dedicata del sito!

manichini da addestramento al salvataggio Ruth Lee

Leave Comment

Specialisti nella fornitura di Simulatori Medici, Manichini RCP e Materiale Didattico per la Formazione al Primo Soccorso, alla Gestione dell’Emergenza Medica e al Salvataggio.

Entra a far parte della #CommunitydiSoFraPa !

Headquarters:

Sofrapa Healthcare di Paolo Innocenti
Via Panciatichi, 106
50127 Firenze (FI)

  055 0982192
  055 7472820
  info@sofrapa.it

  Lunedì – Venerdì: 9:00 – 18:00
Sabato e Domenica: Chiusi